Condominio

Articoli Diritto e Giustizia - Condominio
  1. Al fine di usucapire un bene immobile, la parte deve fornire prova di avere avuto un possesso ininterrotto dello stesso per un periodo almeno pari a venti anni. Tale possesso, corrispondente all’esercizio del diritto di proprietà, è definito possessio ad usucapionem, e deve essere provato in giudizio dalla parte.
  2. I giudici fanno chiarezza sulla mancata risposta a diverse istanze presentate in merito a un alloggio di edilizia residenziale pubblica. Respinta la tesi dell’uomo che, destinatario di un decreto di rilascio dell’immobile, sosteneva di essere legittimo assegnatario dell’appartamento alla luce della mancata risposta fornita dall’istituto.
  3. In tema di condominio negli edifici, dei danni da infiltrazioni cagionati dal lastrico solare o dalla terrazza a livello di uso esclusivo, imputabili non alla omissione di riparazioni del bene, quanto a difetti di progettazione o di esecuzione dell’opera, indebitamente tollerati dal singolo proprietario, risponde soltanto quest’ultimo, ai sensi dell’art. 2051 c.c., e non anche il Condominio, il quale è obbligato ad eseguire le attività di conservazione e di manutenzione straordinaria del bene, e non ad eliminarne i vizi costruttivi originari.